Paste al forno e polpette di baccalà

by

Sugarmammà e Sugarpapà sono nostri ospiti. Come potrete immaginare le attività culinarie sono state frenetiche. Per citarne solo alcune:

Il leggerissimo pollo ciociaro (trasportato appositamente) con quintali di olio e peperoni.

Pasta al forno con mozzarelle e melanzane di Zucchero.

Dopodiché era d’uopo una passeggiatina digestiva nei giardini di Schwetzingen.

Abbiamo avvistato l’immancabile airone,

un pavone,

ed una famigliola di cigni.

Io ho contribuito con una nuova ricetta: Polpette di baccalà. L’ispirazione me l’ha data Allan Bay con la sua ricetta a base di stoccafisso che io ho un po’ rielaborato/semplificato. Sono venute bene. Sono piaciute anche a Sugarmammà e a Sugarpapà (anche se lui ne ha assaggiata solo mezza in quanto la frittura non è salutare).

Ingredienti (per 4 porzioni):

600 g di baccalà (già ammollato per un paio di giorni), 300 g di patate, 2 uova, una noce di burro, prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, sale e pepe.

Preparazione:

Immergete il baccalà in una pentola piena di acqua fredda, portate ad ebollizione e spegnete dopo 30 minuti di ebollizione. Quindi scolatelo ed eliminate la pelle e le lische.
Tagliatelo a pezzi e frullatelo insieme all’aglio ed al prezzemolo spezzettati.

Lessate le patate (ad esempio per 15 minuti circa in pentola a pressione), pelatele e passatele nello schiacciapatate.

Versate le patate ed il baccalà tritato in una ciotola. Aggiungete quindi le uova, la noce di burro, regolate di sale e pepe e lavorate con un cucchiaio di legno.

Formate quindi delle polpettine di circa 5 cm di diametro, piuttosto schiacciate.

Scaldate dell’olio di semi d’arachide in una padella e fate dorare uniformemente le polpette.

Passatele quindi nella carta assorbente e servitele.

Per non sciupare l’olio, Sugarmammà aveva precedentemente fritto le melanzane.

Ci siamo quindi gustata la sudata frittura.

Un altro mio contributo è stato una delle mie fisse del momento: piselli con le seppie.
Sono semplicissimi. Si fa soffriggere cipolla ed uno spicchietto d’aglio, si aggiungono le seppie, si lascia cuocere per una decina di minuti sfumando con poco vino. Si aggiungono quindi i piselli, si aggiusta di sale e pepe e si lascia cuocere. Quando i piselli saranno cotti, se c’è ancora troppo liquido si può aggiungere un cucchiaio di farina per salse e lasciare addensare per un paio di minuti ancora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: